fbpx

Smell
ATELIER di ARTI OLFATTIVE

Fragranze in concorso 2023

Siamo fieri di presentare le creazioni realizzate dagli studenti che hanno completato i corsi di profumeria di Smell Atelier nel 2023.

Scopri i profumi

Margherita Gaviraghi

IPSE (c)

A ispirare il profumo è una leggenda della tradizione popolare veronese, tramandata per via orale nelle contrade della Lessinia: Il giglio e le sette rose. È una storia che parla della ricerca di se stessi in un momento di smarrimento in cui il male, rappresentato dalla rosa, e il bene, rappresentato dal giglio, si contendono la nostra anima. Seguendo il racconto, ho voluto dar vita a una rosa in partenza fresca e frizzante che diviene man mano sempre più opulenta, inebriante e lussuriosa. Il suo profumo poco a poco lascia spazio allo sbocciare di un giglio dalle note candide, nitide e pulite.

AREA OLFATTIVA

Floreale muschiato

NOTE

Bergamotto, pompelmo, pepe rosa, rosa talcata con floreali note di giglio, vellutate note di pesca, intreccio di patchouli con muschi bianchi e note legnose

1° PREMIO

Mauro Uberti

SENSUM MARIS (f)

Il vento fresco del mattino soffia portando con sé tutti gli odori del mare. Raccoglie il sentore della sabbia del legno bagnato delle barche ferme sulla battigia, avvolge le dune dove crescono il lentisco e l’elicriso, le macchie di finocchio marino e di ginepro coccolone. Poco a poco il vento si placa e il sole, già alto, scalda ogni cosa accendendo gli aromi e i sentori. Poi ancora, lentamente, tutto si attenua: il vento diventa brezza e il tramonto regala colori ambrati al cielo e al mare. Poco distante, sulle dune, alcuni ragazzi accendono i fuochi e si siedono intorno sull’imbrunire. L’odore del legno bruciato e delle sue resine arriva alle narici. Vorresti che tutto ciò non finisse mai, ma ora è tardi: è arrivato il momento di riposare e abbandonarsi ai ricordi del giorno appena trascorso. Ricordi intrisi dei profumi percepiti, che ho voluto raccontare con questa composizione.

AREA OLFATTIVA

Marino – fruttato – ambrato

NOTE

Bergamotto, limone, cedro, note ariose e salate, assoluta di alga, foglia di fico, bouquet verde di cardamomo, elicriso, lentisco, ginepro, mirto, dolcezza di neroli, vaniglia, labdano, note affumicate di tuberosa, legno guaiaco, vetiver

2° PREMIO

Alessia Beretta

IL SENTIERO (b)

Un omaggio a Lucy Maud Montgomery autrice canadese di libri per ragazzi. Il profumo evoca l’ambientazione paesaggistica dei suoi romanzi: le spiagge rocciose e i boschi di pini e abeti della costa Atlantica Canadese. Il titolo riprende quello della sua biografia, Il sentiero Alpino, e quello di uno dei suoi romanzi più importanti, Il sentiero di Emily. Il sentiero non è solo un percorso attraverso i luoghi, ma anche quello della vita che si inerpica fino alla vetta da dove ammirare i risultati di tante fatiche. Si tratta dunque di un percorso formativo che segue l’arco di un’intera vita, in cui le aspirazioni culminano in soddisfazioni e talvolta in delusioni. Mentre lavoravo a questo progetto, a poco a poco, il sentiero della scrittrice ha intersecato il mio, e da questo incontro è nato il profumo.

AREA OLFATTIVA

Aromatico-acquatico

NOTE

Note energizzanti di citrus e note verdi, bouquet aromatico di elder flower, timo rosso, salvia sclarea, note fruttate-liquorose di davana, un armonico accordo rosa e camomilla, note oceaniche di alga assoluta, note terrose di sottobosco

3° PREMIO

Elisa Palazzi

AGA DE RU (g)

È un cammino verso il torrente che scorre in fondo alla valle, in un rigido inverno. Lungo gli argini posso sentire l’odore delle cataste di tronchi di legno e segatura. E poi ancora le resine di un boschetto ravvivato dal rumoreggiare dell’acqua. Dove le sponde diventano piane, immergo le mani, calde di guanti, nel torrente dai vortici incessanti e, immediatamente, si irrigidiscono in quell’acqua gelida. Nell’aria c’è l’odore del freddo che punge il naso; del ghiaccio sui grossi sassi che spuntano dal letto del torrente; dell’umidore dell’acqua che mi circonda. Agito le mani intirizzite e, dallo specchio d’acqua, sale un sentore di roccia bagnata, minerali disciolti e trascinati dalla corrente. Torno all’infanzia quando cercavo piccole pietre focaie e lisci sassolini dal biancore traslucido, che sembrava emanassero un sentore caldo fievolissimo, impossibile da trattenere.

AREA OLFATTIVA

Verde – acquatico – legnoso

NOTE OLFATTIVE

Note verdi, lime, limone, basilico, note acquatiche, galbano, pepe nero, ginepro, alghe, note fresche floreali bianche, neroli, gardenia e foglie di violetta, note dolci dorate di cera d’api, licheni, note resinose, mirra, note legnose, semi di ambretta

1° PREMIO – SEZIONE BOTANICA

Alessandro Cammerieri

TIARÉ POUDRE DE SABLE (h)

Ho voluto volare sul mare tramite un fiore. Il sole appare e scalda la sabbia che si asciuga lentamente e rimane polvere: polvere di sabbia. Da usare senza parsimonia.

AREA OLFATTIVA

Floreale ambrato

NOTE

Vibrante zenzero, limone, note verdi, esotico tiaré, gelsomino, dolce ylang-ylang, rosa damascena, cremosa vaniglia, iris, cera d’api, balsamo del Perù, balsamo di Tolù

2° PREMIO – SEZIONE BOTANICA

Massimo Alfaioli

LILAC JEANS (a)

Lilac Jeans narra l’emozione e l’innocenza del primo appuntamento, dove un gesto semplice come quello di indossare un paio di jeans freschi di bucato e una t-shirt, si accompagna a quello di profumarsi con due gocce di profumo al lillà, rubate alla toilette della mamma, che si fa profumo della memoria

AREA OLFATTIVA

Floreale – muschiata

NOTE

Apertura fresca floreale con bergamotto, coriandolo, lily of the valley, gelsomino, violetta, eleganti muschi, legni naturali, accordo jeans

MENZIONE SPECIALE per il titolo e la storia

Azzurra Bergamo

ARMORED ROSE (e)

Armored Rose cattura l’attimo di una scoperta: una rosa argentata su una base delicatamente affumicata di braci ancora accese. Il battito d’ali di una fata verde ci inebria con la sua freschezza e arricchisce la sfumatura metallica della rosa, un sentore che rimanda ad una tagliente lama che luccica al bagliore del fuoco. Ancora avvolta da una misteriosa foschia di spezie, la rosa corazzata esce indenne dalle fiamme e tra le braci incandescenti rigenera la sua eterna bellezza. Armored Rose è il fiore irrequieto che vive di energie contrastanti: freschezza e calore, luce e oscurità, forza e romanticismo.

AREA OLFATTIVA

Chypre

NOTE

Assenzio, bagliori metallici, mandarino verde, rosa incandescente, ronzio di spezie, muschi, betulla, tabacco, benzoino

MENZIONE SPECIALE
per la miglior coerenza tra storia e profumi e il miglior titolo

Claudia Nizzola

PATURNIA (d)

La mattina spesso è paturnia. Esci di casa, è freddo e hai gli occhi semichiusi, senti l’odore della brina che nella notte ha coperto il mondo. È solo silenzio. Ad un tratto senti un calore improvviso, un giallo lucente si insinua timido nel bianco ghiacciato. Lo cerchi, desiderosa di andargli incontro, di lasciarti scaldare come da un abbraccio di un amante innamorato, ma non lo trovi. Si nasconde tra le case, dietro un muretto a secco, tra la biancheria stesa all’aria gelida. Quando finalmente lo scorgi, ti avvicini e accade il miracolo d’inverno del Calicanto. Il patir di Saturno di un prima ghiacciato è diventato un sorriso stampato.

AREA OLFATTIVA

Floreale – aldeidato

NOTE OLFATTIVE

Agrumi, aldeide, assenzio, note verdi di cardamomo e dolcezza della cannella, accordo fiore di calicanto, muschi e legni

MENZIONE SPECIALE per il racconto e la padronanza dei mezzi espressivi

TI ASPETTIAMO ALL’EVENTO DI PREMIAZIONE
DEL CONCORSO!